Il gesto estremo

Il Biellese purtroppo vede un numero relativamente elevato di casi, in linea con altre realta’ dell’arco alpino. Soprattutto persone adulte, uomini in pensione e donne lavoratrici, vittime della depressione o sottoposte a situazioni di forte tensione. Tra le province piemontesi, la situazione di Biella è una delle peggiori, sia per i valori assoluti (18 suicidi nel 2010) sia per il rapporto rispetto alla popolazione complessiva (un tasso di 9,6 ogni 100mila abitanti). Anche il dato dei “tentati suicidi” risulta consistente con un valore assoluto di 33 casi nel 2010 e un quoziente di 17,7 ogni 100mila abitanti.Occorre ricordare, a questo proposito, come l’ “effetto imitativo” sia una delle principali cause del suicidio. Per questo si deve affrontare l’argomento con la dovuta cautela, soprattutto da parte dei giornali locali, senza forzare o distorcere i dati con interpretazioni distorte.

 

Consulta il documento completo ( .pdf 172 Kb)

 

Sommario
Introduzione
1.Suicidi e tentati suicidi, fonte Istat
2.Analisi della casistica, fonte DSM Consulta anche la sezione “La prevenzione del suicidio”