Nascite e I.V.G.

Come delineato nella parte sulla demografia, il numero di nascite nel Biellese registra un continuo calo, negli ultimi venti anni, prospettando importanti ripercussioni sull’economia e sulla societa’ in generale.

I dati locali sulla natalita’ nel Biellese possono essere esaminati sia mediante indicatori, tassi e serie storiche, sia mediante un approfondimento relativo alle donne che decidono di avere figli: si tratta di donne in eta’ sempre piu’ matura, soprattutto per quelle di nazionalita’ italiana, con una maggiore possibilita’ quindi di “figli unici” o, comunque, di nuclei familiari poco numerosi.

Il dato sulle nascite avvenute all’Ospedale degli infermi di Biella, conferma tale tendenza e permette di esaminare diverse fasce di eta’ e nazionalita’, a partire dal 2007 fino al 2013. Nel corso del 2013 i ricoveri per parto all’Ospedale di Biella sono stati in totale 846, per 657 donne italiane e 189 donne immigrate, anche se appare evidente come in proporzione questa presenza sia molto significativa.

L’articolo comprende anche alcuni dati relativi alle interruzioni volontarie di gravidanza (I.V.G.).

Si tratta di un dato significativo in tema di salute per le donne e per le coppie, che mostra un fenomeno consistente, a prescindere dalle motivazioni alla base di questa scelta.

 

Consulta il documento completo (.pdf 218 Kb)